E’ come entrare nella “pancia” di Parma. […] Calpestando una dopo l’altra le strade centrali e minori di questa parte cittadina si viene sommersi dalle evocazioni letterarie, fotografiche, leggendarie, popolari: accompagnano e non se ne può fare a meno (D. Canali)

Questo è l’Oltretorrente, la “metà di Parma” meno turistica e frenetica. Qui, passeggiando tra le caratteristiche viuzze, con i colori pastello delle case, le biciclette appoggiate ai muri, i piccoli cortili, il cotto delle chiese e di tutte le costruzioni, è possibile incontrare la vera “anima” della città!

Visiteremo:

  • la chiesa di Santa Croce e la “foresta di simboli” medievali dei suoi capitelli
  • via d’Azeglio con le Torri dei Paolotti e l’Ospedale Vecchio
  • la chiesa di Santa Maria del Quartiere, la cui costruzione è legata a una leggenda molto curiosa
  • piazzale Inzani con la statua di Padre Lino, il frate che i parmigiani ricordano con tanto affetto perché dedicò la sua vita ai poveri e ai bisognosi
  • la chiesa e il chiostro della Santissima Annunciata con la stanza di Padre Lino che accoglie oggetti legati alla sua vita
  • piazzale Corridoni, dove parleremo di Filippo Corridoni (a cui è dedicata la statua al centro del piazzale) e del 1922, anno in cui l’Oltretorrente fu lo scenario delle famose “barricate”

Termineremo il tour percorrendo via Nino Bixio che ci porterà alla sede parmigiana dei Cavalieri Templari! Siete curiosi di sapere dove si trova? Allora vi aspetto per scoprirlo insieme!

Durata: 2.5 h